Problemi di appoggio posturali

Homo Erectus

Rapporto PIEDE/POSTURA

Nell'evoluzione della specie che ha portato all' "HOMO ERECTUS" sono subentrati adattamenti che hanno portato ad una postura più impegnativa, dove gli arti inferiori sostengono tutto il corpo.
Nella postura eretta il piede umano svolge una funzione motoria e di equilibrio, ponendosi come tramite tra il corpo ed il suolo, è proprio il piede, infatti, ad adattarsi al terreno grazie alla sua meravigliosa e complessa struttura.
Inoltre, il canale sensoriale di cui sono dotati i piedi, fornisce al cervello le informazioni relative alla posizione del corpo rispetto al terreno, favorendo le impercettibili contrazioni muscolari che danno vita all'equilibrio: quanto più questa sensibilità risulta essere fine, tanto migliore saranno l'EQUILIBRIO e la POSTURA.
Nei tempi antichi, tuttavia, l'uomo viveva scalzo e calpestava terreni di ogni tipo, oggigiorno invece, l'uomo indossa calzature e per il 90% del tempo calpesta terreni duri perdendo, in tal modo, buona parte di questa sensibilità.
(Vivendo molto più a lungo, tra l'altro, espone il piede ad un maggiore sfruttamento e quindi alle conseguenti patologie).
Quando il piede perde sensibilità, il cervello chiede aiuto ad altri sistemi (es. anca), compensando le carenti informazioni derivanti dal piede con altre strategie che alterano la postura.
Oggi sappiamo per certo che una postura scorretta impedisce il corretto funzionamento degli organi interni con conseguenti patologie psichiche e fisiche.
Il piede riceve le informazioni dalla BASE di APPOGGIO quindi piedi con una limitata area di contatto, PIEDE CAVO, raccolgono meno informazioni, generando di conseguenza riflessi muscolari limitati che determinano un' equilibrio più precario.
Al contrario il PIEDE PIATTO ha una maggiore zona di contatto ma purtroppo anche una instabilità articolare che determina un eccessivo appiattimento del piede contro il terreno, con la conseguenza di patologie croniche.
L'importanza di ottimizzare l'interfaccia piede/terreno è alla base della salute non solo del piede ma dell'intero corpo, poiché da una CORRETTA POSTURA dipende la salute psicofisica della persona.
Occorre pertanto, rivolgersi dal PODOLOGO che è in grado di effettuare l'anamnesi del paziente, ed una attenta valutazione funzionale attraverso l'esame obiettivo, ed una corretta analisi della struttura del piede e dei distretti correlati, in riferimento ai sintomi riferiti dal paziente ed ai segni clinici rilevati. La diagnostica strumentale per immagini (es. Radiografia) ed un corretto utilizzo dell'esame Baropodometrico completo, sono infine il presupposto indispensabile per il corretto inquadramento diagnostico del problema del paziente e per la valutazione del miglior percorso terapeutico da intraprendere.

Loading…

Piede cavo

È una deformazione del piede caratterizzata dall’accent ...

Leggi

Piede piatto

Il piede piatto è una patologia determinata dall'appiattimento ...

Leggi
  • 0
  • 1

Contatti

Via S. Daniele 20, Osoppo UD

Tel. 0432 975701 - cell. 391 338 3225

info@podologodesimon.it

Orari di apertura

Lunedì - venerdì

9:00 - 19:00

si riceve su appuntamento

FB f Logo blue 29 In 2C 28px R

Utilizziamo cookies per fornirti un servizio migliore. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sull'informativa dei COOKIES clicca qui