Piede piatto

piede piatto

Cos'è?

Il piede piatto è una patologia piuttosto diffusa ed è determinata dall'appiattimento anomalo della volta plantare e dal cedimento del calcagno verso l'interno del piede. Nei bambini (complice anche l'abbondante cuscinetto di grasso plantare che ha la funzione di proteggere le delicate ossa) dai 10 mesi di vita fino ai 3-4 anni tale situazione è del tutto normale e fa parte della normale crescita. Infatti, il piede stesso correggerà tale situazione in maniera spontanea fino ai 6-7 anni. Diversi studi hanno evidenziato che i bambini affetti da piattismo, qualora non corretto a tempo debito, sviluppano maggiormente da adulti patologie secondarie, come: l’alluce valgo, l’artrosi della caviglia e del ginocchio. Il piede piatto é responsabile per il 90% dei casi di alluce valgo. La mancanza della naturale curvatura della volta plantare incide negativamente sulla postura, compromettendone il corretto assetto. Chi ha i piedi piatti, è da considerarsi più a rischio riguardo lo sviluppo di: tendiniti, fasciti plantari, spina calcaneare (calcificazione sotto il tallone che consegue la fascite). Inoltre, il costante appiattimento del piede, impedisce lo svuotamento corretto delle vene della gamba contribuendo allo sviluppo di vene varicose. Oltre all'evoluzione di un piede piatto non trattato da bambino, nell'adulto, ulteriori cause del cedimento della volta plantare possono essere: la disfunzione del muscolo tibiale posteriore, fratture, lacerazioni tendinee, artrite reumatoide, neuropatia, artropatia (piede diabetico), miopatia. Ci sono poi forme di “piattismo funzionale”, conseguenti ad altre anomalie dovute a:obesità e sovrappeso, debolezza muscolare, malattie neurologiche, abitudini posturali errate, utilizzo di calzature inadeguate.

Come si previene?

Qualora in un bimbo di 4-5 anni si noti un piattismo, risulta consigliabile l’uso di plantari e sport atti a migliorare l’appoggio del piede e facilitare la normale maturazione del piede stesso. Tali plantari sono utili per la correzione se utilizzati fino al massimo ai 6-7 anni. Dopo tale periodo il plantare non riuscirà più a correggere il piede, ma potrà essere ancora utilizzato nei casi in cui il bambino lamenti dolori in assenza del plantare stesso. Nell'adulto si puo solamente cercare di rallentare il processo degenerativo provocato dal piede piatto.

Come si cura?

Dopo i 7 anni d’età è bene prendere in considerazione l'intervento chirurgico correttivo (il più diffuso è il calcagno-stop) che si prefigge un intento preventivo, in maniera di evitare al bambino patologie ed interventi di maggiore entità nell’età adulta. Le età migliori per eseguire l’intervento sono comprese fra gli 8 ed i 12 anni. In alcuni casi fino a 14 anni (naturalmente le possibilità di completa risoluzione del piattismo cala con l’aumentare dell’età). I plantari personalizzati alleviano il dolore, migliorando l’appoggio del piede, la postura e il modo di camminare.

Contatti

Via S. Daniele 20, Osoppo UD

Tel. 0432 975701 - cell. 391 338 3225

info@podologodesimon.it

Orari di apertura

Lunedì - venerdì

9:00 - 19:00

si riceve su appuntamento

FB f Logo blue 29 In 2C 28px R

Utilizziamo cookies per fornirti un servizio migliore. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sull'informativa dei COOKIES clicca qui